Bassano in Teverina

De Sica, Vanzina lasciato sceneggiatura

"Poco prima di morire Carlo Vanzina mi aveva lasciato una sceneggiatura, si chiamava 'La tigre siberiana', dovevamo farla io e un attore francese, Christian Clavier, era una coproduzione con la Francia. Ma io sapevo che non avrebbe potuto farlo. Quella sera abbiamo finto entrambi: io di non sapere che stava male, e lui di stare bene. Se n'è andato un pezzo di cuore": a ricordare, con parole commosse, il registra, è stato Christian De Sica in occasione della consegna del premio alla carriera dal Terni Pop Film Fest. La cerimonia al termine dei quattro giorni di rassegna, che ha dedicato a De Sica anche una retrospettiva. "Rassegne come queste - ha detto l'artista - sono importanti perché rimettono al centro il cinema popolare, che viene spesso declassato. Non bisogna dimenticare che senza il cinema popolare non sarebbe possibile fare tutto il resto dei film. E poi, per esempio, pellicole come il primo 'Vacanze di Natale' raccontano l'Italia degli anni '80 molto meglio di tanti altri 'film impegnati'".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie